La Regione Calabria potenzia il suo impegno verso l’ adozione internazionale. Sottoscritto un accordo con la ASP di Catanzaro

L’assessore regionale al welfare Gianluca Gallo: “L’accordo prevede tutto quel che serve per tutelare le legittime aspettative di tante coppie e consentire alla Calabria di compiere grandi passi avanti in tema di diritti”.

Al fine di garantire la piena funzionalità delle procedure di adozione internazionale, nei giorni scorsi, la Regione Calabria e l’Asp di Catanzaro, hanno siglato un importante accordo di collaborazione della durata di 2 anni rinnovabili.

Come si legge in una nota pubblicata dalla Regione Calabria, si tratta di un obiettivo fortemente voluto dall’assessorato regionale al Welfare, guidato da Gianluca Gallo per sostenere le famiglie impegnate nel percorso di adozione internazionale.

L’accordo siglato, per la Regione, dalla dirigente del settore Politiche sociali, Saveria Cristiano, e per l’Asp di Catanzaro, dalla commissaria straordinaria, Luisa Latella: “prevede tutto quel che serve per tutelare le legittime aspettative di tante coppie e consentire alla Calabria di compiere grandi passi avanti in tema di diritti” commenta l’assessore Gallo.

“Il servizio regionale per le adozioni internazionali, svolto dalla Regione Calabria – si legge sul sito della Regione – promuove iniziative rivolte all’intera cittadinanza e garantisce informazione, formazione, accompagnamento e sostegno al progetto adottivo. Attività che, sulla base dell’accordo sottoscritto tra Regione e Asp, saranno ora gestite e monitorate da un gruppo di lavoro misto che avrà altresì il compito di definire eventuali interventi attuativi”.

 Sarà inoltre compito della Asp di Catanzaro fornire il supporto specializzato di un pedagogista e di una psicologa psicoterapeuta, mentre la Regione Calabria avrà il compito di accompagnare le coppie con iniziative di assistenza e di sensibilizzazione all’accoglienza e all’adozione, fornendo spazi adeguati agli incontri e rifondendo eventuali costi vivi legati al servizio.

Un’ottima notizia, in questo periodo difficile legato all’emergenza sanitaria che è stata accolta con particolare favore dagli enti partecipanti al network Lian –  Life in Adoption Network: Ai.Bi. – Amici dei Bambini ; Ariete Onlus; ASA Onlus; CIFA Onlus: Fondazione Patrizia Nidoli.

Soprattutto da quegli enti Lian che hanno un presidio anche nella regione calabra, come Ariete Onlus, a Lamezia Terme e ASA Onlus, a Reggio Calabria.

I commenti sono chiusi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: