Adozione Internazionale. Vacciniamo le coppie abbinate in partenza! Il senatore Santangelo presenta un’interrogazione parlamentare

Vaccini alle coppie abbinate in attesa di partire? Il senatore Santangelo: “Una proposta di buonsenso che ho inteso sottoporre all’attenzione del ministro Speranza”.

Dopo l’accorato appello degli enti Lian (Life in Adoption Network) indirizzato al Governo Draghi affinché le coppie in procinto di partire per abbracciare il proprio figlio dall’altra parte del mondo, fossero inserite tra le categorie prioritarie nella ricezione del vaccino anticovid. Qualcosa nel mondo politico si muove.

Vincenzo Maurizio Santangelo, del Movimento Cinque Stelle, ha infatti accolto il grido di aiuto proveniente dal mondo dell’adozione internazionale e nei giorni scorsi ha presentato un’interrogazione parlamentare al ministro della Salute, Roberto Speranza, al fine di chiedere l’inserimento tra le categorie ritenute prioritarie nella somministrazione del vaccino contro il Coronavirus, anche delle coppie abbinate in adozione internazionale che devono recarsi all’estero per completare il percorso adottivo.

Ad oggi sono circa 300 le coppie abbinate che aspettano solo di partire per andare a conoscere i loro bambini. Tutte loro hanno già dovuto affrontare il lungo e tortuoso percorso previsto da una legge sulle adozioni internazionali non più al passo con i tempi – ha sottolineato Santangelo –  E, adesso, che sono vicine al sogno di allargare la loro famiglia, si ritrovano a fare i conti con le difficoltà connesse ad un viaggio all’estero in tempi di Covid, tra restrizioni, quarantena obbligatoria e riduzione del numero dei voli.

Una proposta di buonsenso che ho inteso sottoporre all’attenzione del ministro Speranza con questo atto di sindacato ispettivo- ha continuato il Senatore– Ferma restando, infatti, la priorità nelle vaccinazioni delle categorie estremamente vulnerabili, dare priorità anche a questi soggetti permetterebbe, impiegando solo poche decine di dosi, di semplificare questa ultima decisiva fase del percorso di adozione internazionale e di sottrarre tanti bambini ad altri lunghi giorni in attesa delle loro nuove famiglie”.

 Gli enti Lian – Life in Adoption Network: Ai.Bi. – Amici dei Bambini, Ariete Onlus, Asa Onlus, Cifa e Fondazione Patrizia Nidoli, non possono che plaudere all’azione mossa dal senatore Vincenzo Maurizio Santangelo.

Se la possibilità infatti, di dar vita ad una famiglia e, soprattutto, di sottrarre i bambini ad altri estenuanti giorni di attesa nelle stanze chiuse di qualche istituto non possa essere riconosciuta come una priorità, diventa davvero complesso riempire di significato e di senso questa parola.

 

I commenti sono chiusi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: