“Famiglia e Intercultura – La sfida dell’ascolto e dell’integrazione”: un seminario per riflettere e confrontarsi

All’interno del progetto Erasmus Plus “ Break down the barriers”  Asa Onlus ha organizzato, lunedì 18 marzo alle ore 16.30 presso l’auditorium della Parrocchia Santa Maria dell’Aiuto, un seminario dal titolo “Famiglia e Intercultura – La sfida dell’ascolto e dell’integrazione” .

L’evento rappresenta un’occasione di scambio di esperienze e di riflessione sulle prospettive di tutela offerte alle famiglie dallo sforzo congiunto di Agenzie Educative, professionisti specializzati e organismi del Terzo Settore.

Tra i relatori dell’incontro il mediatore culturale Nabi Ousmane proporrà un intervento incentrato sul concetto di sport visto come terreno di contatto interculturale, linguaggio universale ed unificante. Lo sport è uno sfondo integratore che permette di costruire una relazione educativa tra adulti e bambini e sviluppa importanti aspetti formativi per l’individuo quali la cooperazione, la responsabilità individuale e collettiva.

Simona Maria Perni, Dirigente I.C. “P.S. Di Guardo – Quasimodo” di Catania, discuterà del ruolo della scuola in contesti di diversità culturale in un momento storico in cui la presenza di stranieri nelle scuole è un fenomeno in forte crescita. Così, sempre più insegnanti si trovano a dover affrontare situazioni in cui in classe ci sono alunni di nazionalità, culture e lingue molto diverse. Riconoscere i differenti tipi di diversità presenti in classe, riflettere sul fatto che ciascuno di noi è simile per alcuni aspetti e contemporaneamente diverso per altri, confrontarsi con queste diversità è fondamentale per la strutturazione dell’identità individuale e per la vitalità personale e di gruppo.

La psicologa Amelia Reina proporrà una riflessione sull’intercultura, che rappresenta un percorso fortemente introspettivo e relazionale in cui siamo chiamati a confrontarci con il bisogno di ancorarci a conoscenze pregresse e probabilmente non adatte ai mezzi di cui realmente disponiamo per accogliere e permettere di accoglierci. Accogliere l’altro implica il riconoscimento della sua autonomia, della sua efficacia e non sono del suo bisogno contingente, implica l’accettazione della sua interezza e unicità, implica l’utilizzo di metodi non pre-confezionati per permettere al proprio bagaglio di fluire insieme a quello dell’altro.

Salvo Spagano, Docente di Economia delle istituzioni (Università degli Studi di Catania), incentrerà il suo intervento sul concetto di Comunità, che soltanto quando agisce sotto le medesime regole può dirsi tale. Se la stessa situazione avesse due discipline diverse, infatti, già nascerebbero due comunità distinte, che dovrebbero superare soverchie difficoltà per interagire tra loro.

Modererà il seminario Denise Caruso, Avvocato e Consigliere dell’ordine degli Avvocati di Catania.

I commenti sono chiusi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: